Cerca

modulo attività

modulo tecnica

Login Form

prove: ESP

Strumenti, componenti ed apparecchiature sono utilizzabili solo in certe condizioni: occorre allora andare a leggersi i data sheets o i manuali ma non è detto che sia semplice la loro interpretazione.

Talvolta la cosa migliore da fare è quella di realizzare delle prove per effettuare delle misure per valutarne il comportamento. Spesso hanno il pregio di essere più facilmente interpretabili.

 

Cosa succede quando si invia alla stampa seriale una stringa molto lunga?

Si prova come al solito con misurazioni eseguite con l'oscilloscopio per misurare la durata di esecuzione dell'istruzione Serial.print().

prove per misurare la durata dell'istruzione Serial.print()

Si prova a misurare la durata di esecusine dell'istruzione e si va a vedere se c'è un a qualche regolarità che fa corrispondere la durata al numero di caratteri inviati.

L'articolo è il seguito di questa pagina.

Trasmissione seriale e baud rate. (segue da questo articolo)

print 3zsp

Viene inviato all'uscita seriale un blocco di 4 caratteri "zzz " come sperimentato nall'articolo precedente ma si effettuano modifiche del baud rate.

 

L'ultimo carattere è uno 'spazio' riconoscibile dalla presenza di 6 bit pari a zero all'inizio della sua trasmissione (nota 1).

Trasmissione seriale e verifica della sospensione del loop. (segue da questo articolo)

print 3zsp

Viene inviato all'uscita seriale un blocco di 4 caratteri per misurare bene cosa accade quando la trasmissione si prolunga un pochino a causa di un testo lungo da trasmettere.

Nella trasmissione, per riconoscere un blocco di 4 serial frame da quello successivo, il blocco viene modificato trasmettendo tre "z" ed uno spazio: "zzz " in modo che la presenza dello spazio ci possa permettere di riconoscere l'inizio e la fine del blocco inviato.

Lo spazio è codificato ASCII con 20H che in binario corrisponde a 0010 0000 che nella trasmissione vengono trasmessi in ordine inverso cioè 0000 0100 a cui deve essre anteposto il bit di start (in verde) che è zero; in questo modo si riconosce subito la sua posizione: 6 zeri consecutivi sono all'inizio del quarto carattere.