Cerca

modulo attività

modulo tecnica

dLogger TFreezerCon microbit si può realizzare un vero datalogger (registratore di dati) in modo da rilevare dati variabili anche in tempi lunghi e poterli esaminare con calma in momenti successivi. Vedi in questo sito: datalogger link1

Un esempio riguarda la rilevazione della temperatura ambientale lungo l'arco di una giornata o anche le variazioni di temperatura al passaggio da un ambiente ad un altro.

 

Per realizzare la funzione di datalogging occorre registare una successione di valori in una lista che può, quindi, essere letta in un secondo momento.

In un articolo precedente link1 ho già illustrato come si gestisono le liste di questo tipo. 

 

In questo esperimento viene misurata la temperatura nel passaggio dall'esterno di un frigorifero al suo interno ad intervalli di tempo di 5 secondi.

Il rilevatore di tempertaura si trova sulla scheda, il suo valore è approssimativo (nota 1) ma gli esperimenti che si possono realizzare sono comunque significativi per cominciare a conoscere fenomeni legati al calore ed alla temperatura (nota 2).

Data la facile realizzazione dell'esperimento questo utilizzo è conveniente nelle appicazioni didattiche sperimentali.

Il progetto è scaricabile a questo link1.

La procedura è la seguente:

1) alimentare la scheda,

2) premere"tasto A" per avviare la raccolta dei valori di temperatura,

3) spostare in frigorifero la scheda,

4) attendere il tempo previsto dal programma (30volte *5s),

5) recuperare la scheda,

6) premere "tasto A" e "tasto B" contemporaneamente

7) leggere trascrivere da qualche parte i valori di temperatura che si leggono in sequenza,

8) disegnare il grafico.

 

Risultati

dLogger TFrigoIl dispositivo viene avviato con "tasto A" ed inserito nel vano frigorifero.

Viene quindi recuperato per procedere con la lettura dei dati che vengono scritti in una tabella di foglio elettronico.

La tabella, programmata per 20 rilevazioni, ed il grafico corrispondente sono quelli in figura.

 

 

 

 

dLogger TFreezerUn altro esperimento viene effettuato sulla base di 30 rilevazioni con il dispositivo collocato nel congelatore.

La tabella ed il grafico sono riportati alla destra.

 

 

Commenti

I valori di temperatura sono approssimati al numero intero.

Gli esperimento sono stati fatti d'estate il che spiega la temperatura iniziale piuttosto elevata.

In entrambi i casi si osserva una curva di raffreddamente che all'inizio è piuttosto ripida.

Successivamente, la pendenza diminuisce tendendo a diventare costante quando la temperatura del processore approssima la temperatura dell'ambiente (regime).

Questa è la tipica curva di raffreddamento di un corpo lasciato in ambiente a temperatura costante.

La curva presenta delle gobbe. Sono dovute al fatto che si dispone di numeri interi.

Numeri frazionari avrebbero fornito i valori necessari per ricostruire una curva più regolare.

Dati il costo e la facilità di realizzazione non c'è che da esserne soddisfatti.

Miglioramenti

Per affinare le misure si può aumentare la durata complessiva della rilevazione.

Diminuire l'intervallo di tempo significa solo avere più valori identici ravvicinati.

Si può usare una sonda esterna da collegare ad un piedino della scheda col vantaggio di rilevare valori frazionari e precisi al punto da poterli confontare con termometri di misura.

Invece di rilevare i dati e trascriverli manulamente si può fare in modo di comunicarli direttamente al PC ma non è detto che sia didatticamente più valido.

Dal punto di vista didattico può servire di più rilevare i dati e disegnare il grafico con procedure manuali.

 

Note

nota 1: La temperatura che viene misurata in questo modo non è quella dell'ambiente ma quella del processore che solo in prima approssimazione corrisponde a quella dell'ambiente. Il processore produce calore durante il funzionamento per cui la propria temperatura cresce rispetto a quella dell'ambiente fino a quando tutto il calore prodotto non viene dissipato. Il sensore serve a proteggere il processore da sovratemperature. La scheda micro:bit utilizza questo dato per fornire una approssimazione della tempertura ambientale. Vedi link1

nota 2: L'intervallo di temperatura utilizzabile è compreso fra -25°C e 75°C, la risoluzione è di 0.25°C, l'accuratezza è +/- 4°C.